Linee guida per la stesura dell'elaborato di laurea

Linee guida per la stesura dell'elaborato di laurea

L’elaborato di laurea è un documento tecnico scritto dagli allievi seguendo le linee guida rispettando la proprietà intellettuale (originalità) e l’ambiente (sintesi).

1. L'elaborato non deve eccedere le 30 (trenta) pagine in cui il candidato riporta i tratti salienti del caso studio, che gli è stato assegnato.

2. Il lavoro di tesi deve essere editato su una colonna di una pagina formato A4 –solo fronte. Il testo deve essere giustificato. I margini dell'elaborato sono: superiore 2.5, inferiore 2.5, destro 2.0, sinistro 2.0 e rilegatura 1.0.

3. Si consiglia di utilizzare come carattere il Times New Roman 12 pt per il testo ed una interlinea di 1.5.

4. L'intestazione del capitolo scritta sempre in Times New Roman 18 pt bold (CAP. 1).

5. Ogni paragrafo va numerato in sequenza con carattere Times New Roman 14 pt bold (1.1 Paragrafo il primo numero rappresenta il capitolo, mentre il secondo il paragrafo in sequenza 1.1, 1.2, 1.3 ecc.).

6. L'eventuale sottoparagrafo va riportato in Times New Roman 13 pt italic indicizzandolo con tre numeri 1.2.1 sottoparagrafo con il primo numero che indica il capitolo, il secondo il paragrafo in sequenza ed il terzo il sottoparagrafo in sequenza.

7. Le eventuali figure presenti sono indicizzate con una didascalia posta in calce alla figura stessa in Times New Roman 11 pt come nell'esempio: Figura 1.1 -esempio didascalia figura, dove il primo numero indica il capitolo in cui si riporta la figura, mentre il secondo indica il numero della figura in sequenza.

8. Bisogna editare le eventuali formule presenti nell’elaborato con Microsoft Equation. È necessario numerare solo le equazioni a cui il testo fa riferimento esplicito. La formula deve riportare il numero di riferimento fra parentesi a destra della formula stessa. All’interno del testo ogni riferimento alla stessa formula dovrà riportare fra parentesi il numero a cui la formula si riferisce. Anche la formula deve essere riportata con il carattere Times New Roman 12.

9. Le eventuali tabelle riportate sono indicizzate con una didascalia posta in testa alla tabella stessa in Times New Roman 11 pt come nell'esempio: Tabella 1.1 -esempio didascalia tabella, dove il primo numero indica il capitolo in cui si riporta la tabella, mentre il secondo indica il numero della tabella in sequenza.

10. I riferimenti bibliografici vanno riportati sia dove citati nel testo dell'elaborato, indicando tra parentesi quadre il cognome del primo autore e l'anno di pubblicazione [de Gennaro, 2012], sia per intero alle fine dell'elaborato, strutturata in ordine alfabetico secondo il cognome dell’autore, mettendo il cognome di tutti gli autori e le iniziali dei nomi, l'anno di pubblicazione, il titolo dell'articolo, il titolo della rivista, volume, issue e numero di pagine: de Gennaro B., Gallo M, Lanzotti A. (2012) Metodo di preparazione dell'elaborato di Laurea, Journal of Thesis Preparation, 3(2): 215-225. (Times New Roman 11 pt)

11. La sitografia va citata alla stessa maniera.

12. Le pagine dell'elaborato vanno numerate con numero progressivo sistemato nella pagina in basso a destra.

Template da utilizzare per il Frontespizio Tesi: