Requisiti curriculari minimi per l'accesso alla Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica per la Progettazione e la Produzione (LM-33)
(ai sensi del Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale e del Decreto del Presidente della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base n.176 del 27.11.2015)

Scarica il pdf

L'ammissione ai Corsi di Laurea Magistrale non a ciclo unico prevede, ai sensi dell’Art. 6 D.M. 16 marzo 2007 (Decreto di Istituzione delle Classi delle Lauree Magistrali), la verifica del possesso dei requisiti curriculari specificati nel Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale, nonché la verifica di requisiti di adeguatezza della personale preparazione dello studente.

Requisiti curriculari

Per essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale occorre essere in possesso della Laurea, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo. La Commissione di Coordinamento Didattico (CCD) ha individuato per l'accesso diretto al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica per la Progettazione e la Produzione i seguenti requisiti curriculari minimi in termini di CFU acquisiti per Settore Scientifico Disciplinare

 SSD CFU
minimi 
MAT 02/03/05/06/07/08/09, SECS S01/S02, ING-INF 05, FIS 01/03, CHIM 03/05/07 40
ING-IND/21, ING-IND/22, ING-IND/31, ING-IND 32, ING-IND/35, ICAR/08 ING-IND 04, ING-IND/08, ING-IND/09, ING- IND/10, ING-IND/11, ING-IND/12, ING-IND/13, ING- IND/14, ING- IND/15, ING-IND/16, ING-IND/17 60

Le condizioni indicate in tabella sono necessarie ma non sufficienti per l’iscrizione al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica per la Progettazione e la Produzione. La Commissione di Coordinamento Didattico del Corso di Studio valuterà il possesso di requisiti culturali che si ritengono necessari per una adeguata frequenza del Corso di Laurea Magistrale di Ingegneria Meccanica per la Progettazione e la Produzione (distribuzione dei CFU tra i settori scientifico disciplinari, presenza di specifici insegnamenti), analizzando nel dettaglio il curriculum dello studente. La Commissione di Coordinamento Didattico del Corso di Studio potrà individuare, motivandole, eventuali equivalenze di crediti di settori scientifico disciplinari differenti da quelli previsti nella precedente tabella.
Il possesso dei requisiti curriculari è automaticamente soddisfatto dai laureati In Ingegneria Meccanica dell'Università di Napoli Federico II.
I laureati in Ingegneria Aerospaziale, Ingegneria Gestionale per la Logistica e la Produzione e Ingegneria Navale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II possono immatricolarsi al presente Corso di Laurea Magistrale senza integrazioni curriculari. Si consiglia allo studente che intende avvalersi di questa opportunità di adeguare autonomamente la propria preparazione tenendo conto della tabella riportata in precedenza.

L’iscrizione al Corso di Laurea Magistrale non è consentita in difetto dei requisiti minimi curriculari specificati nel regolamento didattico del Corso. La CCD, eventualmente avvalendosi di un’apposita commissione istruttoria, valuta in questo caso i requisiti curriculari posseduti dal candidato e ne riconosce i crediti in tutto o in parte.

La CCD, quindi, dispone la modalità attraverso la quale lo studente può effettuare l’integrazione curriculare, da selezionare, in ragione dell’entità e della natura delle integrazioni richieste, tra le opzioni seguenti:

  • integrazioni curriculari da effettuare anteriormente alla iscrizione, ai sensi dell’art. 6 comma 1 del D.M. 16 marzo 2007, mediante iscrizione a singoli corsi di insegnamento attivati l’Ateneo e superamento dei relativi esami di profitto, ai sensi dell’art. 16 comma 6 del RDA (le FAQ sono consultabili al link http://www.unina.it/-/5601348-iscrizione-ai-corsi-singoli, mentre il regolamento è scaricabile al link http://www.unina.it/documents/11958/18338949/3241_2019-09-04_IscrizioneCorsiSingoli.pdf.
  • iscrizione ad un Corso di Laurea che dà accesso automatico al CdS con abbreviazione di percorso ed assegnazione di un Piano di Studi che prevede le integrazioni curriculari richieste per l’iscrizione al Corso di Laurea Magistrale.
  • iscrizione al corso di Laurea Magistrale con assegnazione di un Piano di Studi che prevede percorsi di allineamento, in coerenza con l’art. 6 comma 3 del D.M. 16 marzo 2007, senza aggravio di CFU.

Requisiti di adeguatezza della personale preparazione dello studente

L’art. 6 comma 2 del D.M. 16 marzo 2007 stabilisce la verifica dell’adeguatezza della personale preparazione dello studente, ai fini della ammissione al Corso di Laurea Magistrale.

Sono esonerati dalla verifica dell’adeguatezza della personale preparazione gli studenti che si trovano in una delle seguenti condizioni:

  • studenti in possesso del titolo di Laurea cha dà titolo alla iscrizione al Corso di Laurea Magistrale conseguito presso l’Ateneo Federico II a completamento di un Corso di Laurea al quale l’interessato si è immatricolato anteriormente al 1 settembre 2011;
  • studenti che non si trovino nella condizione precedente per i quali la media M delle votazioni (in trentesimi) conseguite negli esami di profitto per il conseguimento del titolo di Laurea che dà accesso al Corso di Laurea Magistrale - pesate sulla base delle relative consistenze in CFU - e la durata degli studi D1 espressa in anni di corso - confrontata con la durata normale D2 del percorso di studi - soddisfino il seguente criterio di automatica ammissione:
    provenienti da Federico II  provenienti da altri Atenei 
      D1=D2  D1=D2+1  D1≥D2+2  D1 qualunque
     M ≥ 21 M ≥ 22.5 M ≥ 24 M ≥ 24

Richieste di ammissione al Corso di Laurea Magistrale da parte di studenti in difetto dei criteri per l’automatica ammissione saranno esaminate dalla CCD che valuterà con giudizio insindacabile l’ammissibilità della richiesta, stabilendo gli eventuali adempimenti da parte dell’interessato ai fini dell’ammissione al Corso. La CCD potrà esaminare il curriculum seguito dall’interessato, eventualmente prendendo in considerazione le votazioni di profitto conseguite in insegnamenti caratterizzanti o in insegnamenti comunque ritenuti di particolare rilevanza ai fini del proficuo svolgimento del percorso di Laurea Magistrale, ovvero predisponendo modalità di accertamento (colloqui, test) per la verifica della adeguatezza della personale preparazione dello studente, ovvero adottando le modalità 1 o 3 previste per le integrazioni curriculari.

La CCD nella seduta del 8 settembre 2020 ha stabilito che sono esonerati dalla verifica dell’adeguatezza della personale preparazione tutti gli studenti, di questo o altro Ateneo, in possesso della Laurea in Ingegneria Meccanica che soddisfano il critero di automatica ammissione con riferimento ad una media pesata M calcolata sui soli esami caratterizzanti l'ingegneria meccanica (SSD: ING-IND/08, ING-IND/09, ING-IND/10, ING-IND/11, ING-IND/12, ING-IND/13, ING-IND/14, ING-IND/15, ING-IND/16, ING-IND/17).

Gli studenti provenienti dall’Università di Napoli Federico II che non soddisfano il precedente criterio in deroga, dovranno sostenere un Test di ammissione costituito da un questionario composto da 35 quesiti a risposta multipla, sorteggiati su 140 disponibili. In particolare, allo scopo di coprire omogeneamente i sette settori caratterizzanti l'ingegneria Meccanica (ING-IND/08, ING-IND/10, ING-IND/13, ING-IND/14, ING-IND/15, ING-IND/16, ING-IND/17), sono estratte a sorte 5 domande su 20 disponibili per ciascun settore. Il Test si intenderà superato se lo studente avrà risposto positivamente a 21 dei 35 quesiti. I 140 quesiti complessivamente disponibili saranno resi pubblici sul sito del Corso di Studio.

Gli studenti provenienti da altro Ateneo che non soddisfano il precedente criterio in deroga possono essere ammessi al Test di ammissione, di cui sopra, se hanno una media pesata M non inferiore a 23/30.

Il test sarà somministrato da una apposita commissione secondo un calendario comunicato sul sito del Corso di Studio. Ciascuno studente può sottoporsi al Test anche prima di ottenere di conseguire la Laurea al fine di verificare la propria preparazione in vista della futura immatricolazione al Corso di Laurea Magistrale.

Il Test può essere ripetuto al massimo tre volte con intervallo minimo di un mese tra due prove successive.